‍DESERTO‍

INTRODUZIONE

I deserti occupano un terzo della superficie delle terre emerse e sono presenti in tutti i continenti. In questi ambienti la pioggia è scarsissima: a volte prima che cadano poche gocce d'acqua dal cielo passano addirittura alcuni anni.
La temperatura di giorno raggiunge valori molto elevati, mentre di notte cala notevolmente perchè molto del calore presente in superficie si disperde in atmosfera.
external image deserto.JPG

I DESERTI NEL MONDO

Il 15 % di tutte le terre emerse vengono considerate semiaride e un altro 15 % aride e il 4% estremamente aride
I deserti estremamente aridi sono caratterizzati dall’assenza totale di precipitazioni per periodi di oltre un anno. Queste caratteristiche si trovano nei deserti veri come il Sahara, parte del deserto d’Arabia, il Namib e parte del Kalahari; il deserto Mojave nordamericano e l’Atacama dell’America latina; il Gobi asiatico e parte del deserto australiano. Tra i deserti aridi e semiaridi, con precipitazioni relativamente più abbondanti e intervalli di siccità non così prolungati, troviamo parte del Kalahari e il Karoo sudafricano; in Asia incontriamo il deserto arabico e mediorientale, quello iraniano, il Touran, quello indiano, tibetano e mongolo; in America del nord il Chihuahua messicano; quello patagonico in America latina e gran parte del deserto australiano.
external image carta%20tem%20deserto.jpg

CLIMA DESERTICO

Il clima desertico è un clima arido costituito da forti escursioni termiche giornaliere, con giorni molto caldi e notti fredde, e da precipitazioni scarsissime che possono non esserci per anni.
Il clima desertico caldo è caratterizzato da fortissime escursioni termiche giornaliere (di giorno la temperatura può toccare o superare i 50 °C, mentre di notte può addirittura scendere, in qualche caso, sotto 0 °C). Le temperature elevate favoriscono l'evaporazione. Di solito il fattore che porta alla formazione di un clima simile è la presenza dell'anticiclone subtropicale.
-Il clima desertico freddo è caratterizzato da fortissime escursioni termiche annue, a causa della continentalità della zona in cui si trovano; questo clima si può giustamente considerare un'estremizzazione del clima continentale. Anche in questo caso l'aridità è estrema ed è dovuta in particolar modo alla grande distanza dal mare e all'azione delle catene montuose che impediscono alle correnti umide oceaniche di penetrare nel deserto.external image Deserto-arido.jpg

LA FLORA

La vita vegetale del deserto comprende specie annuali, effimere e perenni, così chiamate a seconda della durata del loro ciclo di vita.Piante annuali Le annuali sono tutte quelle piante, principalmente erbacee, il cui ciclo di vita dura meno di un anno mentre nei suoli aridi diventa deciduo, cioè perde le foglie.

Piante effimere Le piante effimere sono quelle che nascono solo dopo le sporadiche piogge e si riproducono e muoiono prima della nuova siccità; sono quindi caratterizzate dalla rapidità del loro ciclo di vita. Piante perenni Le piante perenni devono, invece, essere in grado di sopravvivere in condizioni di aridità, riducendo al minimo la perdita di acqua durante i periodi più caldi. Normalmente queste piante sono xerofite, cioè presentano foglie coriacee, rivestite di pellicola cerosa e stomi chiusi per ridurre la traspirazione e l’evaporazione. Molte piante hanno ridotto la superficie fogliare, oppure hanno modificato le foglie in spine soprattutto per evitare la perdita di liquidi (ma anche per avere una protezione da eventuali erbivori). Hanno la capacità di concentrare grandi quantità di liquidi di riserva all’interno dei tessuti: è il caso delle piante grasse o succulente, rappresentate dai cactus (cactacee) americani e dalle euforbie (euforbiacee) afro – asiatiche. In entrambi i casi, le piante hanno trasformato le foglie in spine, e la fotosintesi è trasferita nel tessuto del tronco che, per questo motivo, appare colorato di verde grazie al pigmento fotosintetico. Le piante perenni del deserto presentano generalmente uno sviluppo molto lento a causa delle sfavorevoli condizioni ambientali, e una vita molto lunga per ovviare alle difficoltà di rigenerazione.external image 407.jpgexternal image kenya1.JPG

LA FAUNA

gli animali del deserto sono molti e di diversi tipi, ora ve ne mostreremo alcuni:

external image 01Fennec_Foxes.jpgexternal image images?q=tbn:ANd9GcRy-1LZ4WIqA7hFsnzcUtAUOZn67yDhz11-Hmf16T5YbquPL5nPodxLjLIPMw

questo è il fennec:
Il fennec è una piccola volpe che abita nel deserto del Nord-Africa.
Il fennec del deserto è un piccolo canide, che pesa 1,5 kg, alto 30 cm, è lungo 40 cm. La coda è lunga 25 cm, le orecchie possono raggiungere i 15 cm. Il colore del pelo gli permette di mimetizzarsi perfettamente nel deserto.
Le lunghe orecchie servono per disperdere il calore e gli permettono di possedere un ottimo udito. La pelliccia riesce a respingere la luce del sole durante il giorno e a conservare calore durante la notte. Le zampe nella parte inferiore sono coperte da un pelo molto spesso che le protegge dal calore della sabbia.
Vive di notte e durante il giorno si ripara dal caldo e dal sole all'interno della sua tana sotterranea.
È un animale estremamente curioso e intelligente. Per questa sua caratteristica e per la sua abitudine a scomparire di colpo in una delle sue lunghe gallerie sotto la sabbia non appena si sente osservato, per questo viene chiamato "folletto del deserto".

IL DROMEDARIO


external image dromedario_001.jpg

Il dromedario è diffuso allo stato domestico in tutta l'Africa del nord, nella Penisola Arabica, in India e in gran parte dell'Asia minore, luoghi dove trova le caratteristiche climatiche migliori per la sopravvivenza della sua specie.
Il corpo del dromedario può avere diverse sfumature di beige, giungendo a tonalità scure , fino al nero,oppure chiare, fino al bianco. Le zampe sono formate da due dita ricoperte da uno strato calloso, che gli permette di camminare sulla sabbia senza sprofondarvi. Il muso è lungo e le narici sono molto strette, per essere riparate dalla sabbia quando viene sollevata dal vento.

IL CAMMELLO
external image images?q=tbn:ANd9GcSpR06vrjVKJF93nmx4FywyV0f3aitT8452jtYNPMJYAGzyG1MR

external image animali140.jpg


Il cammello vive nelle zone desertiche dell'Asia centrale.
Fra gli Artiodattili è una delle specie più grandi. Può raggiungere i 3-4 metri di lunghezza, l'altezza da terra alla punta della gobba raggiunge anche i 2-3 metri e pesa in media 400–500 kg.

Si distingue dal suo parente, il dromedario, per la presenza di due gobbe sul suo dorso, che contengono una riserva di grasso. Rispetto al dromedario ha un pelame più folto, che diventa particolarmente lungo nella zona inferiore del collo.

LO SCORPIONE
external image images?q=tbn:ANd9GcTwe0FbKYhHufNeNBFYk4KSTsqiUFU3Z9SbSFRe_tQQE-3aYOy-eA
external image images?q=tbn:ANd9GcQB8LiUYvAs90oqQsfjcVbXf1BL5wXRkSzNOAid5XzhmYhaTeP3TA
Comunemente si pensa agli scorpioni come animali da deserto, ma vivono anche in molti altri paesaggi, come praterie e savane, foreste pluviali, e caverne.

Il veleno degli scorpioni viene usato principalmente per la cattura delle prede ed è formato da miscugli di neurotossine che sono formate da proteine e da cationi di sodio e di potassio.

I SURICATI
external image 132547436-media-fd5f63b3-0c4d-48c2-bf9d-be6d9a464904.jpg


Il suo peso può variare dai 600 ai 1200 grammi. La femmina è più grande del maschio. La sua lunghezza è di circa 25-35 cm, con una coda tra i 15 e i 25 cm. Raggiunge la maturità sessuale a circa un anno. La sua vita media è di 12 anni. Il suricato ha una vista acuta e distingue abbastanza bene i colori. Può tenere fisso lo sguardo sul cielo luminoso e avvistare i rapaci da lontano. Grazie agli occhi allungati orizzontalmente ha un'ampia visuale di ciò che lo circonda.
Il suricato vive nelle pianure aride e semi-desertiche dell'Africa meridionale, in un territorio che copre parte dell'Angola sud-occidentale, la Namibia, il Botswana ed il Sudafrica. Alle zone dove la vegetazione è fitta e ricca di nascondigli per i predatori, preferisce le pianure coperte di arbusti ed i terreni aperti e sabbiosi; tende ad evitare i boschi.



SERPENTE A SONAGLI
external image crotalo_diamantino_occidentale_primo_piano.JPG