File:CHL orthographic.svg
File:CHL orthographic.svg
external image cile_it.gif
  • Nомe Ufficiale: Repùbblica del Chile

  • Lingue ufficiali: Spagnolo

  • Capitale: Santiago del Chile

  • Forma di governo: Repubblica presidenziale

  • Indipendenza: Dalla Spagna, 12 Febbraio 1818

  • Ingresso nell'ONU: 24 Ottobre 1945

  • Valuta: pesо cileno


  • external image Cile.png


    File:Santiago Skyline.jpg
    File:Santiago Skyline.jpg
    (Santiago del Chile)

  • Il Cile (in spagnolo: Chile) è un paese situato nell'estremo sudovest del continente americano.Si estende su un lungo e stretto lembo di terra tra l'Oceano Pacifico e la Cordigliera delle Ande. Confina a nord con il Perù, ad est con la Bolivia e l'Argentina e a sud con lo stretto di Drake. La superficie totale del paese è 755.838,7 km², comprensiva di territori insulari nell'Oceano Pacifico, come le Isole Juan Fernàndez, Sala y Gòmez, Isole Desventuradas e l'Isola di Pasqua (situata in Polinesia). Il Cile reclama inoltre la sovranità anche su una zona dell'Antartide denominata Territorio Cileno Antartico. Avendo territori in America del Sud, Oceania (Polinesia) e Antartide (rivendicato) il Cile si considera il Paese dei Tre Continenti.È il paese più "lungo" al mondo, coprendo una distanza da Nord a Sud (senza la parte Antartica) di circa 4.300 km, mentre la distanza media da Est a Ovest è solamente di 180 km.


  • external image 42.jpg


  • CLIMA
  • La grande lunghezza del Cile determina notevoli differenze climatiche tra le varie regioni del nord, del centro e del sud del paese. Le regioni del nord del Cile, quasi interamente desertiche, sono tra le più aride del mondo. Nelle regioni centrali invece le temperature sono di tipo mediterraneo, con estati fresche e inverni miti. Infine le regioni del sud sono caratterizzate dalla grande piovosità, dal freddo intenso e dai forti venti, in particolar modo nelle zone della Patagonia cilena.


  • external image patagonia-cilena_226036.jpg

  • Flora e fauna

  • La vegetazione del Cile varia in base alle diverse fasce climatiche. Nelle regioni settentrionali, dove si estende uno dei deserti più aridi del mondo, domina l'ambiente della steppa, mentre nella Valle Central, caratterizzata da una maggiore umiditа e da vaste pianure coltivate, si incontra una vegetazione di tipo arbustivo. A sud crescono fitte foreste di conifere, mentre l'estrema zona meridionale è contraddistinta da formazioni vegetali tipiche della tundra. A causa della presenza delle Ande, che hanno sempre svolto funzione di barriera naturale, la fauna del Cile appare meno diversificata rispetto ad altre aree del Sud America. I principali mammiferi sono il lama, l'alpaca, la vigogna, il guanaco, il puma, il lupo, il cincillа.


  • external image 007puma1796339.jpg


    external image GUANACO-PATAGONIA-ARGENTINA-2008-a19316106.jpg



    external image 09.jpg
    external image cincilla_mutato_scheda.jpg

    L'Origine del nome

  • Vi sono diverse teorie sull'origine del nome Chile. Secondo una di queste, descritta dal cronista del XVII secolo Diego de Rosales, il termine deriva dal nome di uno dei capotribù (cacique) chiamato "Tili" che governava la valle dell'Aconcagua fino alla conquista da parte degli Incas Un'altra teoria punta sulla somiglianza tra la valle dell'Aconcagua e la valle di Casma in Perù, nella quale si trovava una città e una vallata chiamate Chili.Altre teorie sostengono che il nome Chile derivi dal termine Mapuche chilli, che significa "dove finisce la terra"

  • external image BOLIVIA.jpg

  • Agricoltura e allevamento

  • L'agricoltura e l'allevamento sono le principali attività economiche del centro e del sud del paese. L'esportazione della frutta e della verdura hanno raggiunto livelli storici grazie all'apertura dei mercati europei e nordamericani oltreché asiatici dove il Cile è uno dei principali esportatori e questo vale anche per la silvicoltura e per la pesca. Attualmente il paese ha superato la Norvegia per la pesca del salmone ed è il maggior esportatore al mondo, ed uno dei più grandi produttori vinicoli.

  • Allevamento:pecore, capre, bovini, suini

  • Agricoltura:vite, albicocca,mela,ciglieggia,avocado,lampone,fragola,mirtillo nero,limone,arancia,melone,cocomero,patate,barbabietola,zucca,fagioli,lenticchia,lattuga, pomodoro,cipolla,aglio,peperone,peperoncino,carota,spinacio

  • Idrografia
  • Il Cile è attraversato da diversi corsi d'acqua che, generalmente, discendono dalla Cordigliera delle Ande dirigendosi verso l'Oceano Pacifico. A causa della caratteristica conformazione del territorio la maggior parte dei corsi d'acqua sono piuttosto corti e con una portata scarsa. Da un punto di vista economico, pur essendo inadatti per la navigazione presentano un elevato potenziale di sfruttamento idroelettrico.Il Loa è il più lungo fiume cileno (443 km).Nella zona dell'altopiano vi sono alcuni brevi corsi d'acqua che confluiscono nel lago Chungarà.

  • external image 20110807155653-ddf8ca52.jpg
  • Etnie

  • Il Cile dal punto di vista etnico è relativamente omogeneo: la popolazione cilena è circa il 95% di origine europea.Un altro recente studio stima che la popolazione discendenti di immigrati di origine europea corrisponde a 8,8 milioni o 52,7% dei cileni.In Cile la popolazione è classificata come 95,4% bianchi e bianchi-meticci.

  • Industria

  • L'industria occupa circa il 16% della popolazione; l'attivitа è fondata sostanzialmente sulla lavorazione e la trasformazione delle risorse minerarie, agricole e forestali. All'imponente settore dell'industria pesante – che produce consistenti quantitа di acciaio, ghisa, rame grezzo e raffinato – si affiancano le manifatture tessili, calzaturiere e conciarie, nonchè quelle cartarie, alimentari, chimiche e farmaceutiche.

  • Il Cile possiede ricchissimi giacimenti di rame del quale il paese è uno dei maggiori produttori del mondo. Il rame copre inoltre il 50% del valore del mercato delle esportazioni, mentre nella Terra del Fuoco e nello stretto di Magellano si trovano giacimenti di petrolio e di gas naturale. Nel paese sono inoltre presenti giacimenti di ferro, nitrato, zolfo, carbone, oltre ad argento, oro, manganese e molibdeno.

  • Isola di Pasqua (Rapa Nui)

  • external image reteitalianaweb_rapa_nui_isola_pasqua_01.JPG(isola di Pasqua)


  • L'Isola di Pasqua (in lingua nativa Rapa Nui, letteralmente "grande isola/roccia"; in lingua spagnola Isla de Pascua) è un'isola dell'Oceano Pacifico meridionale appartenente al Cile,è una delle isole abitate più isolate del mondo. Il territorio dell'isola si compone di quattro vulcani: Poike, Rano Kau, Rano Raraku e Terevaka. Famosi sono i numerosi moai, le statue di pietra che ora si trovano lungo le coste.

external image Easter-Island.jpeg

  • I grandi busti che si trovano sull'isola vengono chiamati moai. Sull'isola esistono solamente 638 moai.Nonostante le ricerche condotte negli ultimi anni il loro scopo non è tuttora noto con certezza. Secondo studi più recenti le statue rappresenterebbero capi tribù indigeni morti, e secondo la credenza popolare avrebbero permesso ai vivi di prendere contatto con il mondo dei morti.

  • L'Isola di Pasqua con le sue sole 48 specie vegetali native è una tra le isole più povere di specie vegetali in tutta l'area del Sud Pacifico. L'isola infatti è situata in una zona lontana dalla costa e in tutta la sua storia geologica non ha mai goduto di un collegamento con la terraferma, mentre la maggior parte delle correnti oceaniche che interessano l'isola provengono da occidente e non portano pertanto semi dalla terraferma. Anche il contributo da parte delle specie di uccelli migratori che popolano l'isola è stato modesto.

  • Deserto dell'Atacama

  • Il Deserto di Atacama è situato nel Cile settentrionale, nella regione di Antofagasta e la parte settentrionale della regione di Atacama.Il deserto si trova tra la catena andina (Puna de Atacama) e la Cordigliera della Costa presso il Pacifico.È caratterizzato da un clima desertico-oceanico e da una forte escursione termica, le cui temperature oscillano tra gli 0° notturni ed i 25°-30° diurni.Il deserto di Atacama è il deserto più asciutto del globo (tranne forse per le valli asciutte di McMurdo in Antartico) ed è virtualmente sterile perché è protetto dall'umidità, da entrambi i lati, dalle montagne delle Ande e dalle montagne litoranee. La corrente diHumboldt, che è fredda, raffredda l'aria rendendo impossibile la formazione di nuvole, come accade per il deserto di Namib e la corrente del Benguela Il deserto di Atacama è il luogo più secco del mondo; la sua piovosità media è di 0,08 mm annui. Inoltre, prima del 1971, in questo deserto la pioggia non era mai caduta in 400 anni.


  • external image deserto-di-atacama-panorama_asq89.T0.jpg